Analisi tecnica

Commento sinottico su situazione e previsione meteorologica fino a tre giorni.
Viene emesso ogni giorno alle 08:30 UTC.

ANALISI GENERALE FINO ALLE ORE 24:00 DEL 19/04/18:
-DIAGNOSI SINOTTICA SU SCENARIO EUROPEO:
UNA ROBUSTA AREA ANTICICLONICA DOMINA IL COMPARTO CENTRALE EUROPEO
SPINGENDOSI A NORD FIN VERSO LA PENISOLA SCANDINAVA ED A SUD FINO
ALLE REGIONI CENTRO SETTENTRIONALI ITALIANE.
IN TALE CONTESTO IL FLUSSO PRINCIPALE RISULTA MERIDIANO IN AREA
ATLANTICA, CARATTERIZZATO DA UNA DEPRESSIONE PROTESA DALL'ISLANDA
FINO A RIDOSSO DELLA PENISOLA IBERICA, PER POI ASSUMERE COMPONENTE
ZONALE AL DI SOPRA DEL MAR DEL NORD E FLETTERE SUCCESSIVAMENTE
SULL'EST EUROPEO CON CUT OFF TRA RUSSIA E MAR NERO.
PROPRIO DALLE CORRENTI IN DISCESA SUL SETTORE ORIENTALE EUROPEO SI
INSTAURA UN FLUSSO SECONDARIO RETROGRADO IN SCORRIMENTO AL DI SOTTO
DEL SOPRA MENZIONATO ANTICICLONE CON CUT OFF IN SPOSTAMENTO TRA LE
DUE ISOLE MAGGIORI VERSO LE COSTE TUNISINO-ALGERINE.
A D+1 LA SITUAZIONE TENDE A RISULTARE PER LO PIU' INVARIATA CON
L'AREA ANTICICLONICA POSIZIONATA SUL SETTORE CENTRALE EUROPEO E DEL
MEDITERRANEO ED IL FLUSSO RETROGRADO SUL SUO BORDO MERIDIONALE CHE
CONTINUA A DETERMINARE DIVERSI TRANSIENTI TRA LA SICILIA ED IL
NORD-AFRICA.
NEL CONTEMPO, IN PIENO ATLANTICO SI ASSISTE ALLO STRETCHING ED AL
CONTEMPORANEO CUT-OFF DELLA SACCATURA ATLANTICA CON MINIMO DERIVATO
TRA PENISOLA IBERICA E COSTE DEL MAROCCO.
A D+2 IL FLUSSO PRINCIPALE TENDE A SCENDERE DI LATITUDINE SUL
CENTRO-NORD EUROPA LIMANDO LA PORZIONE PIU' SETTENTRIONALE DELL'AREA
ANTICICLONICA.
PIU' A SUD LE CONDIZIONI RISULTANO ANCORA MEDIAMENTE INVARIATE CON LE
CORRENTI RETROGRADE ANCORA PRESENTI SUL SETTORE MERIDIONALE DEL
MEDITERRANEO CENTRALE E CON IL CUT-OFF SOPRA CITATO STAZIONARIO TRA
PENISOLA IBERICA E MAROCCO.
-DIAGNOSI SINOTTICA SU AREA NAZIONALE:
L'AREA ANTICICLONICA IN PRECEDENZA DESCRITTA SI ESPANDE SU TUTTO IL
CENTRONORD E PARTE DEL SUD MENTRE LE DUE ISOLE MAGGIORI E LE REGIONI
IONICHE PENINSULARI RISENTONO DEL FLUSSO RETROGRADO PRESENTE SUL
BORDO MERIDIONALE DELL'ANTICICLONE STESSO.
A D+1 CONTINUA LA PERMANENZA DELL'AREA ANTICICLONICA SU GRAN PARTE
DEL PAESE, CON CONSEGUENTI CONDIZIONI DI GENERALE STABILITA';
SOLO LE DUE ISOLE MAGGIORI CONTINUANO A RISENTIRE DELLA PRESENZA DEL
MINIMO DEPRESSIONARIO SUL NORD-AFRICA CHE CONTINUA A PERMANERE
ATTIVO, ALIMENTO DALLE CORRENTI ORIENTALI RETROGRADE.
A D+2 PERSISTENZA DELL'ANTICICLONE AL CENTRO-NORD E PRESENZA DEL
CUT-OFF, SEPPUR LASCO, TRA ISOLE MAGGIORI E NORD AFRICA.
EVOLUZIONE PREVISTA PER LE PROSSIME 72 ORE:
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 19 APRILE 2018:
CONDIZIONI STABILI E DECISAMENTE SOLEGGIATE AL CENTRO NORD MENTRE
NUVOLOSITA' AD EVOLUZIONE DIURNA CON ASSOCIATI ROVESCI SPARSI
TENDERA' AD INTERESSARE L'APPENNINO MERIDIONALE E LE ZONE INTERNE
DELLE DUE ISOLE MAGGIORI.
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 20 APRILE 2018:
PERSISTE INSTABILITA' POMERIDIANA SOPRATTUTTO TRA LE DUE ISOLE
MAGGIORI E IN FORMA PIU' LOCALIZZATA SULLA CALABRIA MENTRE
L'ANTICICLONE CONTINUA A DETERMINARE CONDIZIONI STABILI SUL RESTO DEL
TERRITORIO.
VENTI MODERATI SETTENTRIONALI TRA PUGLIA E COSTE IONICHE DELLA
CALABRIA.
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 21 APRILE 2018:
POCHE LE VARIAZIONI ATTESE CON FENOMENOLOGIA CONFINATA ALLE ORE PIU'
CALDE DELLA GIORNATA SULL'APPENNINO CALABRO E SU SARDEGNA E SICILIA.
ANCORA STABILE ALTROVE.
PERSISTE UN PO' DI VENTILAZIONE SOSTENUTA, MA AL DI SOTTO DEI LIMITI
DI SOGLIA, SU PUGLIA SALENTINA ED AREA CROTONESE.

C.N.M.C.A.