Analisi tecnica

Commento sinottico su situazione e previsione meteorologica fino a tre giorni.
Viene emesso ogni giorno alle 08:30 UTC.

ANALISI GENERALE FINO ALLE ORE 24:00 DEL 22/01/18:
-DIAGNOSI SINOTTICA SU SCENARIO EUROPEO:
IL FLUSSO PERTURBATO PRINCIPALE SCORRE MEDIAMENTE ZONALE INTORNO AL
50°N IMMEDIATAMENTE AL DI SOPRA DI UN VASTO ANTICICLONE ATLANTICO
PROTESO FINE VERSO IL SETTORE OCCIDENTALE DEL CONTINENTE PER POI
FLETTERE IN CORRISPONDENZA DI UNA SACCATURA ESTESA IN SENSO MERIDIANO
DALLA FINLANDIA VERSO IL MEDITERRANEO ORIENTALE.
NEL CORSO DELLA GIORNATA SI CONSOLIDA ULTERIORMENTE L'ANTICICLONE
ATLANTICO SU TUTTO IL SETTORE CENTROCCIDENTALE EUROPEO CON
CONSEGUENTE GRADIENTE BARICO SOSTENUTO SIA AL SUOLO CHE ALLA MEDIA
TROPOSFERA IN CORRISPONDENZA DEL FLUSSO NORDOCCIDENTALE IN USCITA
DALL'ANTICICLONE STESSO.
AL CONTEMPO UN DEBOLE ANOMALIA (TDA), SEMPRE IN SENO ALLE CORRENTI
SETTENTRIONALI SOPRA CITATE, SCORRE DALLE ISOLE BRITANNICHE VERSO IL
MEDITERRANEO CENTRALE PORTANDOSI PER FINE SCADENZA SULLE REGIONI
CENTRALI ITALIANE.
A D+1 LA TDA TRASLA VERSO IL SETTORE IONICO ENTRANDO IN FASE CON LA
SACCATURA POSTA PIU' AD EST DIVENENDONE LA PARTE TERMINALE;
NEL FRATTEMPO LA DEPRESSIONE D'ISLANDA TENDE AD APPROFONDIRSI
SULL'ATLANTICO SETTENTRIONALE PROGREDENDO FINO A RIDOSSO DELLE ISOLE
BRITANNICHE CON CONSEGUENTE DEFORMAZIONE DELL'ANTICICLONE ATLANTICO
DISPOSTO ORA AL TRAVERSO TRA L'EUROPA CENTRALE E L'ENTROTERRA
MAGREBINO.
A D+2 CONTINUA LA PROGRESSIONE MERIDIANA DELLA DEPRESSIONE D'ISLANDA
CHE LAMBISCE IL SETTORE OCCIDENTALE DEL CONTINENTE CON CONSEGUENTE
ULTERIORE AFFERMAZIONE E CONTEMPORANEO TILTING DELL'AREA
ANTICICLONICA FIN VERSO L'EUROPA ORIENTALE.
-DIAGNOSI SINOTTICA SU AREA NAZIONALE:
L'INCREMENTO DEL GEOPOTENZIALE CONNESSO ALL'ESPANSIONE DELL'AREA
ANTICICLONICA ATLANTICA INTERESSA GRAN PARTE DEL TERRITORIO SEPPUR IN
PRESENZA DELL'INTENSO FLUSSO NORDOCCIDENTALE CONNESSO ALL'ANTICICLONE
STESSO.
DAL POMERIGGIO, ATTESO L'INGRESSO DELLA TDA SOPRA MENZIONATA SULLE
SETTORE SETTENTRIONALE INTERESSANDO POI NELLE ORE SERALI LE REGIONI
CENTRALI.
A D+1 LA DEBOLE ANOMALIA RAGGIUNGE IL SETTORE COMPRESO TRA BASSO
ADRIATICO, AREE IONICHE E SICILIA INDEBOLENDOSI GRADUALMENTE NELLA
SUA TRASLAZIONE VERSO LEVANTE.
AL SUO SEGUITO SI AFFERMA L'ANTICICLONE CHE PER FINE SCADENZA
COINVOLGERA' GRAN PARTE DEL PAESE ANCHE SE CON GRADIENTE BARICO,
PERO' SEMPRE MENO SOSTENUTO, TRA PUGLIA SALENTINA, SICILIA ORIENTALE
ED SETTORE IONICO DELLA CALABRIA.
A D+2 DEFINITIVA AFFERMAZIONE DELL'AREA ANTICICLONICA ANCHE AL
MERIDIONE.
DAL POMERIGGIO-SERA, PERO', DEBOLI CORRENTI MERIDIONALI RICHIAMATE
DALLA PROGRESSIONE MERIDIANA DELLA DEPRESSIONE D'ISLANDA, TENDERANNO
AD INTERESSARE IL SETTORE COMPRESO TRA LE DUE ISOLE MAGGIORI ED IL
MAR LIGURE.
EVOLUZIONE PREVISTA PER LE PROSSIME 72 ORE:
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 22 GENNAIO 2018:
ANCORA NEVICATE DIFFUSE SU VALLE D'AOSTA, RILIEVI DI PIEMONTE E ZONE
ALPINE CONFINALI ORIENTALI OLTRE GLI 800-1000 METRI, MA CON QUOTA
NEVE IN RAPIDO RIALZO A PARTIRE DAL SETTORE OCCIDENTALE;
DAL POMERIGGIO GRADUALE ATTENUAZIONE DEI FENOMENI.
VENTI MODERATI OCCIDENTALI O NORDOCCIDENTALI SUL SETTORE ALPINO DI
NORDOVEST.
VENTILAZIONE SETTENTRIONALE SOSTENUTA AL SUD ED ISOLE MAGGIORI PIU'
INTENSA SULLA SARDEGNA.
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 23 GENNAIO 2018:
FENOMENI SPARSI, ANCHE CONVETTIVI ED AMPLIFICATI DA UN DEBOLE MINIMO
RELATIVO IN FORMAZIONE SUL BASSO TIRRENO, SU CALABRIA CENTRO
MERIDIONALE E SICILIA SETTENTRIONALE IN ATTENUAZIONE TRA IL TARDO
POMERIGGIO E LA SERATA.
VENTI INIZIALMENTE ANCORA SOSTENUTI AL PRIMO MATTINO SU SARDEGNA E
STRETTO DI SICILIA MA IN CALO DI INTENSITA' GIA' AL TERMINE DELLA
MATTINATA.
ANCORA VENTILAZIONE SETTENTRIONALE FINO A RIDOSSO DEI LIMITI DI
SOGLIA SU PUGLIA SALENTINA E COSTE IONICHE DELLA CALABRIA.
-EVOLUZIONE PER IL GIORNO 24 GENNAIO 2018:
CONDIZIONI MEDIAMENTE STABILI UN PO' OVUNQUE A PARTE UN MODERATO
AUMENTO DELLA NUVOLOSITA' DALLA SERA TRA SARDEGNA, REGIONI TIRRENICHE
E NORDOVEST.

C.N.M.C.A.